Come investire in oro (guida completa)

In questa guida voglio vedere con te come investire in oro, e come farlo in modo più economico e intelligente possibile in base ai tuoi obiettivi.

Il “mercato dell’oro” è grandissimo e bisogna stare attenti perché molte volte nasconde delle insidie nascoste per chi non è del settore, soprattutto dal punto di vista commissionale.

E’ possibile investire in questa preziosa materia prima e bene rifugio in moltissimi modi diversi, ognuno dei quali ha dei benefici e dei punti deboli.

Ma prima di entrare in questo mondo voglio specificare con te alcune cose.

Cos’è esattamente un bene rifugio?

Un bene rifugio sicuro è un’asset non correlato (bene rifugio debole) o negativamente correlato (bene rifugio forte) con un’altra attività o portafoglio in periodi di stress o turbolenze del mercato. 

In termini finanziari, un bene rifugio protegge gli investitori durante le crisi dei mercati.

Pertanto, si prevede che un bene rifugio mantenga il suo valore o addirittura aumenti il ​​suo valore in periodi di turbolenza del mercato, quando la maggior parte dei prezzi delle attività diminuisce.

L’oro è comunemente considerato il bene rifugio per eccellenza, soprattutto in periodi di incertezza finanziaria o politica.

In effetti, secondo Baur e Lucey (2010), l’oro è una copertura e un bene rifugio sicuro contro il mercato azionario (ma non per il mercato obbligazionario).

Baur e McDermott (2009), utilizzando i dati dal 1979 al 2009, hanno dimostrato che l’oro è sia un bene rifugio sia una copertura per i principali mercati azionari europei e statunitensi, ma non per Australia, Canada, Giappone o i principali mercati emergenti come il Paesi BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) in quanto gli investitori che subiscono perdite nei mercati azionari emergenti si rivolgono ai mercati sviluppati piuttosto che all’oro.

Grazie al suo status di rifugio sicuro, l’oro viene utilizzato come diversificatore del portafoglio.

Sebbene la maggior parte degli economisti sia d’accordo sul fatto che l’oro sia un rifugio sicuro, Baur e Glover (2012) ricordano agli investitori che le caratteristiche del bene rifugio possono cambiare nel tempo man mano che l’oro diventa più popolare come investimento per proteggere dalle turbolenze del mercato azionario.

Questo perché gli investitori che detengono quantità significative di oro nei loro portafogli possono essere costretti a vendere alcune o tutte le loro quote in periodi di stress del mercato azionario per ribilanciare i propri portafogli.

L’oro è un’assicurazione contro i più ampi rischi sistemici finanziari, caratterizzati da colossali crisi finanziarie come quelle rispettivamente del 2001 e del 2008.

In poche parole, l’oro protegge gli investitori durante le crisi, ma non necessariamente in tempi normali di elevata fiducia nei fondamenti dell’economia.

Ora vediamo come investire in oro in modo concreto, con tutte le soluzioni che sono disponibili, andando ad analizzare i pro e i contro di ognuno.

Investire in oro fisico

E’ possibile investire in oro fisico acquistando su aziende specializzate, dei lingottini di peso variabile (in base all’investimento che vuoi fare).

Considera che ogni grammo d’oro vale tantissimo quindi un lingottino minuscolo da 100 grammi può valere tranquillamente più di 4000 euro.

Ovviamente il valore dell’oro cambia di giorno in giorno e di ora in ora e puoi tenerlo controllano andando in questo inserto del sole24ore.

Sebbene sia molto più comodo per noi ragionare in grammi, l’unità di peso utilizzata per l’oro è in Dollari/Oncia, dove un oncia corrisponde esattamente a 31.1034768 grammi.

Non chiedermi il perché, semplicemente funziona cosi.

Quindi investire in oro fisico conviene? Vediamolo insieme.

Pro

  • Hai un investimento fisico e tangibile che è “slegato” dalla banca

Contro

  • Costi di acquisto e vendita molto alti
  • Questo costo è denominato spread e influisce notevolmente sul prezzo di acquisto e di vendita
  • Hai la necessità di tenere il tuo investimento al sicuro su una cassaforte o cassetta di sicurezza, con tutti i costi correlati
  • Bene non liquido e quindi non sempre è facile “trasformarlo” in soldi reali

 

Investire in oro finanziario

E’ possibile investire in oro finanziario acquistando degli strumenti finanziari che replicano esattamente l’andamento della materia prima.

E’ possibile fare questo acquistando degli ETC ovvero Exchange Traded Commodities, che sono strumenti finanziari emessi a fronte dell’investimento diretto dell’emittente o in materie prime fisiche (in questo caso sono definiti ETC physically-backed) o in contratti derivati su materie prime.

Il prezzo degli ETC è, pertanto, legato direttamente o indirettamente all’andamento del sottostante. Similarmente agli ETF gli ETC:

  • Sono negoziati in Borsa esattamente come delle azioni
  • Replicano passivamente e automaticamente la performance della materia prima o degli indici di materie prime a cui fanno riferimento rientrando a pieno merito nella famiglia dei “cloni”

Praticamente se compri un ETC sull’oro è come se comprassi oro, e lo puoi tenere comodamente del tuo deposito titoli presso una banca.

Quindi investire in oro finanziario conviene? Vediamolo insieme.

Pro

  • Costo basso di negoziazione (sia acquisto che vendita)
  • Le posizioni sono facilmente vendibili sul mercato
  • I profitti e le perdite sono facilmente quantificabili
  • Non hai bisogno di cassette di sicurezza o cassaforti

Contro

  • Non hai un investimento fisico

 

Investire in azioni che producono e lavorano oro

Una semplice alternativa all’acquisto di ETC sull’oro è quella di acquistare azioni di aziende che si occupano di estrazione, produzione o lavorazione di questo metallo prezioso.

Questa soluzione è più rischiosa perché oltre ad esporsi all’andamento della materia prima, ci si espone anche al rischio d’azienda.

Infatti consiglio questo tipo di approccio sono se hai una strategia di gestione avanzata delle posizioni o se sei un’investitore professionista

Quindi investire in aziende “orafe” conviene? Vediamolo insieme.

Pro

  • Costo basso di negoziazione (sia acquisto che vendita)
  • Le posizioni sono facilmente vendibili sul mercato
  • I profitti e le perdite sono facilmente quantificabili
  • Non hai bisogno di cassette di sicurezza o cassaforti

Contro

  • Non hai un investimento fisico
  • Sei esposto anche al rischio d’azienda

 

Conclusioni

Grazie per aver letto tutta la mia guida dove abbiamo visto i 3 modi più pratici per investire in oro, partendo dall’oro fisico e arrivando all’investimento diretto in aziende orafe.

Se l’articolo ti è piaciuto metti un like, condividilo o scrivi un commento qui sotto, oppure se vuoi esprimere un tuo parere privatamente puoi scrivermi direttamente qui  🙂

 

 

Ricordati sempre…

Scelte facili, vita difficile.

Scelte difficili, vita facile.

 

 

Anche oggi è arrivato il momento di salutarci 🙂

Ci sentiamo presto

Giorgio

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.