La trappola del dividendo

Se investi con una forte enfasi sui dividendi, allora la “trappola dei dividendi” è qualcosa a cui devi stare molto attento. Questo articolo esamina esattamente di cosa si tratta e ti guida attraverso alcune strategie per individuare ed evitare questo tipo di tranelli nascosti.

“Se qualcosa sembra troppo bella per essere vera, probabilmente è solo un’illusione.”

Può essere molto allettante l’dea che per guadagnare in borsa basti scansionare una pagina di titoli, e scegliere quelli con i dividendi più alti. Devi stare molto attento, perché questo tipo di approccio potrebbe essere un grave errore!

Sicuramente è facile restare ammaliati da un titolo che dia un dividendo molto alto, ma è proprio questo l’indicatore che ti deve far stare in guardia… Potrebbe essere una trappola.

Quando un dividendo è troppo alto e non è sostenibile dagli utili dell’azienda stessa, spesso ci troviamo di fronte ad una trappola dei dividendi.


dividend yield (DY)

Per capire bene il concetto di trappola dei dividendi è fondamentale iniziare dicendo cos’è il dividend yield.

In finanza ed economia finanziaria, il dividend yield non è altro che il rapporto dividendo-prezzo, e corrisponde al rapporto tra l’ultimo dividendo annuo per azione staccato o annunciato agli azionisti e il prezzo dell’azione. Esso è utilizzato come indicatore del rendimento immediato, indipendentemente dall’andamento del titolo azionario.

Facciamo alcuni esempi in modo da essere più chiari. Se ad esempio abbiamo l’azione Y che in questo momento ha un prezzo di 10 euro, e paga un dividendo di 2 euro per azione possiamo dire che il divident yield di questo titolo è del 20%

Dividendo*100/prezzo azione= divident yield

Questo tipo di indicatore è lo strumento fondamentale che ci permette di fare una rapida panoramica sui titoli che abbiamo davanti, e ci aiuta a capire se ci troviamo di fronte ad una possibile trappola o meno.


Quando possiamo trovare una trappola

Quando il prezzo di un titolo scende, dando l’impressione che il rendimento del dividendo sia elevato, è il momento di stare in guardia. Questa potrebbe essere una trappola.

Come abbiamo visto anche prima nell’esempio, se l’azione XYZ ha un valore 100 euro per azione e paga un dividendo di 4 euro per azione, il rendimento (dividend yield) sarebbe del 4%. Se il valore del titolo scendesse improvvisamente a 50 euro per azione, il rendimento salirebbe fino all’8%.

Come puoi notare quando il prezzo di un titolo scende il suo dividen yield aumenta di conseguenza. Quello di cui non si tiene minimamente in considerazione è che quando il titolo cala, potrebbe verificarsi in una riduzione del dividendo o addirittura la sua eliminazione.

Prima di investire dovresti anche solo 1 euro dovresti sempre porti domande su cosa potrebbe andare storto, e adottare una mentalità più difensiva possibile. Questo può aiutarti ad esaminare il mercato in modo più critico e schivare eventuali trappole.

Se vedi un rendimento alto (diciamo con un dividend yield sopra il 5/6%), devi esaminarlo in modo accurato per capire se si tratta di un dividendo sostenibile. La prima cosa che devi controllare è il rapporto di pagamento dei dividendi (noto anche come ” dividend payout ratio”). Se questo dato è molto alto (ancora peggio se sopra al 100%), potrebbe essere in arrivo un taglio.

Anche se il DY è basso, ciò non significa necessariamente che il dividendo sia sicuro. Ricorda che i guadagni possono essere ingannevoli e volatili, soprattutto nel breve termine. Dovresti controllare l’andamento dei dividendi per diversi anni per vedere se l’azienda è sostenibile o meno.

Ricorda sempre che una società non è obbligata a pagare un dividendo. Se una società manca un pagamento della cedola su un’obbligazione o un pagamento di interessi nei confronti delle banche, potrebbe andare in bancarotta. Il pagamento di un dividendo, tuttavia, è volontario e se l’azienda non si trova in buone acque o a corto di liquidità, il dividendo può essere tagliato o eliminato per mantenere a galla la società.

Ci sono molte altre cose da tenere a mente, e le variabili sono veramente infinite… dovrei scrivere un libro per riuscire a spiegarle tutte in modo dettagliato.


consigli utili

Attenzione non sto dicendo che è impossibile guadagnare in questo modo, ti sto solo avvertendo di stare attento. Se hai scelto di investire basandoti sui dividendi, è fondamentale sapere come scegliere le giuste azioni su cui investire, prestando particolare attenzione al dividend yield e ad eventuali trappole.

Stai molto attento tutte le volte in cui vedi aziende che pagano un dividendo superiore al 5/6%, soprattutto in questa fase storica dove i dividendi medi non superano il 2%.

Ricordati sempre che i soldi facili non esistono, tanto meno nel mondo finanziario.

Se non sapete chi siete, la Borsa è il posto peggiore per ritrovare voi stessi.
(Lars Tvede)


Ricordati sempre…

Scelte facili, vita difficile.

Scelte difficili, vita facile.

Anche oggi è arrivato il momento di salutarci 🙂

Ad maiora!

Vivere di Rendita

I 4 pilastri dell'investitore report gratuito

SCARICA I 4 PILASTRI DELL'INVESTITORE

Investire è facile se sai come farlo. Alla base di ogni grande investitore di successo ci sono 4 pilastri fondamentali da conoscere.
Scoprili grazie al nostro report gratuito che te li insenga.
Inserisci i tuoi dati e ricevilo ora per email

Non inviamo spam! Inviando i tuoi dati accetti la nostra Informativa sulla privacy per essere ricontattato.

Ciao! Se non sai come e in cosa investire… Iscriviti a Etoro cliccando qua e poi Contattaci

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

19 pensieri riguardo “La trappola del dividendo

  1. Perfettamente d’accordo, Giorgio! Come ben sai la mia strategia è imperniata sui dividendi, ma pongo sempre una grande attenzione alla sostenibilità nel tempo.
    Nel dubbio, esistono Etf e fondi che selezionano azioni ad hoc. Diciamo che al momento il dividend yield è attorno al 3/3,5%. Non male, soprattutto se confrontato al Btp…

    1. So benissimo che tu sei un professionista dei dividendi. Diciamo che anche i meno esperti sull’argomento possono stare abbastanza tranquilli se investono con i giusti ETF con dividendo 🙂 te che etf usi in questo momento?

      1. Da anni il mio preferito è Spdr Global Aristocrats. Viene fatta una scrematura in base alla sostenibilità dei dividendi e diversifica in tutto il mondo. Adatto anche agli investitori meno preparati o con pochi soldi. In un colpo solo ti porti a casa pezzettini di tante ottime aziende!

      2. Una bomba quell’ETF. e di questo cosa ne pensi? IE00B8GKDB10

      3. A me piace tantissimo, quei pochi soldi in ETF li ho li 🙂 ovviamente sono ottimista sui mercati finanziari

      4. Forse mi sono espresso male. Anche a me piace! 😃 Non lo metto al primissimo posto, ma è fra i miei top 5 fra i preferiti. Ottime possibilità di entrare in portafoglio nel 2020

  2. L’hai spiegata malissimo, la percentuale del dividend payout ratio più bassa è meglio è, ora ti spiego il perchè, questa percentuale viene calcolata sugli utili di un azienda in base al dividendo, quindi in poche parole è la percentuale del dividendo che viene erogata in proporzione agli utili, facciamo un esempio, se gli utili sono 10 e l’azienda eroga 5 di dividendi significa che avremo un dividend payout ratio del 50% gli altri 5 rimarranno in cassa per gli investimenti, se invece eroga 10 di dividendi avremo un dividend payout ratio del 100% e l’azienda si ritroverà senza soldi da investire, per questo più basso è il dividend payout ratio meglio è, viceversa più la percentuale si avvicina al 100% e più facile che l’azienda faccia un taglio per avere soldi da investire.

    1. Giuseppe hai ragione ho scritto una cazzata gigante, intendoevo anchio come hai detto tu. Ho provato a scrivere un articolo con il telefono e questo è il risultato, ci sono un po di errori qua e la da sistemare. Nel weekend lo sistemo con calma 😊 grazie per avermelo fatto notare

      1. Si si almeno quella cosa l’ho sistemata subito… ho capito che non scriverò mai più un articolo di fretta senno vengono fuori le cavolate 🤓

      1. Hai fatto bene 😊 ho già sistemato il concetto fondamentale, nel weekend ( domani in teoria) sistemo qualche altra cosetta e la prendo più Chiara e semplice da capire. Ecco, ho capito che è meglio non far le cose di fretta

Lascia un commento e discutine