Perché dovresti sempre usare lo stop loss

Perché dovresti sempre usare lo stop loss

Dalla mia esperienza i trader si possono dividere in 2 categorie principali:

  1. Quelli che usano lo Stop Loss
  2. Quelli che NON usano lo Stop Loss

Questo articolo nasce per insegnarti perché dovresti sempre usare lo stop loss… sempre!

Ma prima di tutto facciamo un po di chiarezza.


Cos’è lo stop loss?

E’ semplicemente un livello di prezzo sul quale l’operazione di trading si chiude in automatico, limitando le perdite ad un valore che abbiamo deciso in anticipo.

Facciamo un esempio pratico.

Immagina di acquistare un’azione a 50 euro e di impostare uno stop loss al prezzo di 45 euro.

Ovviamente se compri azioni “speri” che il prezzo salga… ma se invece di salire, il prezzo inizia a scendere l’operazione viene automaticamente chiusa una volta che il prezzo raggiunge i 45 euro (livello dello stop loss).

Semplice no?

Molti trader che non utilizzano lo stop loss si giustificano dicendo di non averne bisogno e perché non vogliono essere stoppati troppo presto dai movimenti “erratici” del prezzo.

Sbagliatissimo!

Certo, se piazzi uno stop troppo vicino al prezzo attuale ti basterà un piccolo movimento contrario per farti uscire dalla posizione in perdita.

Proprio per questo non deve essere piazzato ne troppo distante, ne troppo vicino.

Se vuoi diventare un professionista è importante sapere esattamente dove piazzarlo… sapendo che corrisponde alla tua “rete di sicurezza” che ti permette di proteggere il tuo conto e quindi anche i tuoi soldi da una rapida distruzione.

Inoltre impostare uno stop loss ti permette di rendere il trading più meccanico e meno emotivo e questa è una delle basi se vuoi diventare un trader di successo.

Un trading profittevole è obbligatoriamente un trading senza emotività perché emozioni e trading sono due mondi che non si dovrebbero mai incontrare.

Se non utilizzi lo stop loss e decidi di uscire dalle posizioni in modo istintivo al raggiungimento di determinati livelli potresti esitare a farlo davvero se si verifica questa situazione.

La tua mente cercherà di “sabotarti”, convincendoti che il prezzo invertirà presto la direzione andando dalla parte giusta.

Quindi cosa succede?

Ovviamente, il prezzo diminuisce ulteriormente, facendo sì che le tue perdite siano molto maggiori di quelle che sarebbero state originariamente se avessi impostato lo stop loss.

E’ proprio questo ragionamento che distrugge il 90% dei trader… e che mi ha fatto bruciare 2 conti di trading.

Quindi cosa devi fare?


Parti da qui.

Prima determina la tua massima tolleranza al rischio e quanti soldi sei disposto a perdere se il trade dovesse andare male.

E’ importante perché non esiste trading senza mai beccare uno stop loss, e prima o poi toccherà anche a te.

Dev’essere una somma che ti permetta di affrontare anche più perdite consecutive senza alterare il tuo benessere mentale.

Quindi se la tua perdita massima sostenibile è di 200 euro imposta lo stop loss affinché sia minore o uguale a questa somma.

Oppure puoi decidere di usare una percentuale fissa… come ti fa sentire meglio.

Tanto per essere preciso ti avviso che devi essere in grado di sopportare anche 10 operazioni in perdita consecutive in modo tranquillo e sereno senza far nascere in te quel desiderio di “rivalsa” che ti spinge ad aumentare il rischio per recuperare i soldi persi.

Per me personalmente, quel numero massimo è del 2% per operazione sul mio capitale disponibile.

Utilizzando uno stop loss, non fai altro che impostare il rischio dell’operazione fin dall’inizio e mai e poi mai va modificato.

Come trader, la tua priorità principale è quella di proteggere il tuo capitale… non di fare più soldi possibili in un breve periodo di tempo.

Concentrandoti sulla conservazione del capitale anziché sui guadagni, sarai più intelligente e più paziente nella gestione del tuo conto.

E la pazienza è una qualità indispensabile se vuoi diventare un trader di successo.

Uno stop loss è la tua rete di sicurezza per se e quando i mercati diventano ostili o vanno contro di te.

Importantissimo: non spostare MAI lo stop loss più lontano dal prezzo una volta impostato. Puoi muoverlo più vicino al prezzo mentre sale per bloccare i profitti, ma mai più lontano aumentando cosi le perdite.

Anche oggi siamo arrivati alla fine di questa piccola lezione.

Se l’articolo ti è piaciuto ti invito a condividerlo con più persone possibili 🙂


Ciao! Se non sai come e in cosa investire… Iscriviti a Etoro cliccando qua e poi Contattaci

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

I 4 pilastri dell'investitore report gratuito

SCARICA I 4 PILASTRI DELL'INVESTITORE

Investire è facile se sai come farlo. Alla base di ogni grande investitore di successo ci sono 4 pilastri fondamentali da conoscere.
Scoprili grazie al nostro report gratuito che te li insenga.
Inserisci i tuoi dati e ricevilo ora per email

Non inviamo spam! Inviando i tuoi dati accetti la nostra Informativa sulla privacy per essere ricontattato.

Lascia un commento e discutine